Logo audio valvole
Banner Audiovalvole
Gruppo Facebook Audio Valvole il sito degli appassionati di elettronica valvolareCompra Audiovalvole eBook su lulu.com
Audio Valvole:Pagina Consigliata
--->Pagina consigliata: Chitarra elettrica e basso
Versione stampabile
Versione stampabile della pagina

Effetti per Chitarra e basso elettrico

In questa sezione vengono analizzati gli effetti per chitarra e basso elettrico. Di effetti ne esistono veramente tanti, noi tratteremo i più diffusi sempre rimanendo nel campo di quelli realizzabili con elettroniche valvolari non troppo complesse senza soffermarci su quelli più particolari che molte volte sono solo delle piccole varianti degli effetti standard. Si parte da una trattazione teorica e generale per poi approdare nello specifico e analizzare dal punto di vista circuitale i vari effetti.
Catalogare i vari effetti è pressoché impossibile, ogni effetto quasi sempre agisce su diversi parametri quindi quello che si otterrà è sempre una somma, anche l'amplificatore i il diffusore sono degli effetti quando si parla di chitarra elettrica.

Gli effetti per chitarra e basso: a cosa servono?

In generale gli effetti servono per modificare il suono pulito (clean) e dargli delle caratteristiche che lo rendono particolare.
Gli effetti che in genere si presentano come dei pedali (si azionano con il piede) si applicano o all'uscita dello strumento o dopo una preamplificazione direttamente sulla testata (amplificatore) quando questa è predisposta (uscita "send" e ingresso "return").

Di effetti sul mercato ne esistono centinaia, le differenze fra un produttore e l'altro per quello che riguarda lo stesso tipo di effetto sono limitate ma presenti e in genere sono dettate da modifiche ad uno schema base e dalla componentistica utilizzata. In genere quelli a pedale sono assemblati in delle pedaliere che provvedono anche all'alimentazione degli stessi, poi esistono i multi-effetto che ne raggruppano diversi. Gli effetti si possono dividere nelle seguenti categorie:

Poi si possono a loro volta dividere in effetti "classici" legati al mondo della musica degli anni in cui è nata la chitarra elettrica e i decenni successivi.
Gli effetti classici sono stati concepiti in un periodo in cui la tecnologia elettronica era agli inizi quindi hanno una complessità molto bassa e possono essere anche auto costruiti, gli effetti attuali più complessi si basano su una campionatura del suono e una successiva elaborazione digitale che richiedono per la loro costruzione una conoscenza non comune dell'elettronica e dell'informatica, passando per la matematica e il calcolo numerico.

 

Inizio Pagina